I microRNA e il cancro

Il genoma non codificante e il suo coinvolgimento nelle malattie
Mercoledì 29 Aprile 2020, ore 11:00-11:50

Rivolto a Scuola secondaria di II grado

Con Francesco Nicassio, ricercatore AIRC e Valentina Murelli, giornalista scientifica


Devi essere autenticato per iscriverti, clicca qui.


Abstract
Dall'evoluzione del concetto di gene alla scoperta di piccole molecole di RNA con funzioni regolatorie, per arrivare alle nuove prospettive aperte dallo studio di queste molecole nella ricerca sul cancro: ne parleremo con il ricercatore AIRC Francesco Nicassio, giovane coordinatore del Centro di scienze genomiche dell'Istituto italiano di tecnologia (IIT di Milano). Al quale chiederemo anche di raccontarci qualcosa della sua effervescente vita al di fuori del laboratorio, tra viaggi internazionali e una grande passione per lo sport (maratona, parkour, triathlon). 


Francesco Nicassio  biologo molecolare e cellulare di formazione, dirige il Center for Genomic Science dell'ITT@SEMM di Milano, dove guida un gruppo che studia il genoma non codificante e il suo  coinvolgimento nelle malattie tumorali e neurologiche. Dal 2000 al 2010 Francesco Nicassio ha svolto attività di ricerca presso il laboratorio del Professor Pier Paolo di Fiore presso il Campus IFOM-IEO di Milano, mentre dal 2011 al 2014 ha fatto parte del Programma di Medicina Molecolare dell' Istituto Europeo di Oncologia (IEO) di Milano. Da sempre il suo interesse scientifico è rivolto verso la comprensione dei complessi meccanismi cellulari coinvolti nelle patologie umane e nel cancro mediante studi di genomica. Tra i suoi primi contributi si ricorda l’applicazione di tecniche di analisi genomica al fine di identificare nuovi geni implicati nel cancro o marcatori molecolari utili per differenziare meglio la prognosi di pazienti con cancro al seno o al polmone. Negli ultimi dieci anni la sua ricerca si è concentrata su una classe di molecole di cui solo recentemente abbiamo appreso l’esistenza e cioè gli RNA non-codificanti e in particolare i microRNA. Nicassio è stato tra i primi a intuire e dimostrare la presenza dei microRNA nel circolo sanguigno e il loro possibile utilizzo come marcatori per la diagnosi precoce dei tumori. Più di recente, il suo laboratorio ha caratterizzato la funzione di alcuni microRNA coinvolti nel differenziamento tumorale. Francesco Nicassio ha anche ottenuto tre brevetti in materia di "Biomarcatori Tumorali". 


 Valentina Murelli è biologa di formazione, con un dottorato di ricerca in biologia cellulare. Da più di 15 anni è giornalista e redattrice scientifica freelance. Collabora con diverse testate, case editrici, agenzie di comunicazione, tra cui AIRC (per la stesura di news sui traguardi dei ricercatori), Focus, Focus Extra, Focus Scuola, nostrofiglio.it, oggiscienza.it, ilfattoalimentare.it, Le Scienze. Dal 2004 al 2017 ha svolto numerose attività̀ per l'editore scolastico Pearson Italia (tra cui la rivista per la scuola Linx Magazine e Science Magazine e la conduzione di webinar per le scuole). Dal 2013 al 2016 ha moderato gli incontri pubblici di Orvieto Scienza.