Educare al pensiero critico

Proposte didattiche e strategie
Venerdì 05 Novembre 2021, ore 16:30-18:00

Rivolto a Docenti, Dirigenti

Con Evelina Molinari, psicologa dell’età evolutiva, Paola Bortolon, Presidente ANISN Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali e Serena Goracci, ricercatrice INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa)


Registrati o fai il login per iscriverti al webinar, rivederlo o scaricare i kit didattici.
Ti ricordiamo che la registrazione su questo sito è riservata ai docenti e ai genitori/tutori nel caso di minori (16-17 anni)

WEBINAR DEDICATO A DOCENTI DELLE SCUOLE PRIMARIE, SECONDARIE di I e II GRADO 

Abstract
In una società sempre più connessa al web e con stili di vita che lasciano poco spazio all’osservazione, all’analisi e alla riflessione, diviene importante guidare a distinguere tra un’informazione proveniente da fonti accreditate e basata su dati ed evidenze sperimentali da un’informazione dubbia, una così detta fake news. È altrettanto utile fornire i criteri con cui valutare la provenienza dell’informazione, il suo contenuto, il personale stato emozionale e la propria conoscenza sulla tematica considerata. 
Il webinar, oltre ad una breve illustrazione di cosa si intenda per pensiero critico, proporrà delle attività pratiche volte a fornire strumenti per operare questa distinzione, per riconoscere le scorciatoie cognitive, gli stereotipi e i preconcetti responsabili degli errori valutativi, così da attivare e perfezionare la personale vigilanza epistemica. 
Il webinar rappresenta l’incipit di successivi momenti di formazione nei quali saranno inserite ulteriori proposte didattiche sullo spirito critico, uno degli elementi caratteristici della ricerca scientifica e dell’evoluzione del pensiero scientifico. 
Una parte del webinar sarà dedicata a riflettere su come il modo in cui vengono insegnate e apprese le discipline di base, in particolare la matematica e le scienze, possa contribuire in maniera significativa allo sviluppo di alcune competenze trasversali. I
n particolare si rifletterà su quelle strategie e metodi basati sulla interazione verbale (dialogo e discussione) e sulla collaborazione come importanti dispositivi, utilizzabili in ogni livello scolastico e in ogni disciplina, per lo sviluppo insieme di competenze disciplinari e di cittadinanza. 


Paola Bortolon, Presidente di ANISN (Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali), responsabile del Centro IBSE del Veneto, responsabile nazionale dei Giochi delle Scienze Sperimentali destinati agli studenti delle classi terze della scuola secondaria di 1° grado. È laureata in Scienze Biologiche e in Psicologia dello sviluppo e dell’educazione, e abilitata per l’insegnamento di Matematica e Scienze, Scienze degli Alimenti e Scienze naturali, chimica, geografia e microbiologia. Ha tenuto numerosi corsi per la formazione scientifica e l’aggiornamento dei docenti, pubblicato articoli e libri inerente vari aspetti delle discipline scientifiche. 

Serena Goracci, laureata in filosofia e con esperienza nella divulgazione scientifica in ambito museale, è attualmente ricercatrice presso INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa), nella Struttura di ricerca che si occupa di didattica laboratoriale e innovazione del curricolo in ambito STEM. Presso Indire si è occupata per diversi anni di progetti di formazione per i docenti di scienze in ambito nazionale ed europeo. Attualmente partecipa ad alcune ricerche sull'innovazione didattica nelle discipline scientifiche, in stretta collaborazione con alcuni gruppi di docenti e reti di scuole. 

Evelina Molinari, Psicologa dell’età evolutiva, oltre l’attività clinica è consulente per l’offerta formativa del progetto AIRC nelle scuole. Impegnata sul territorio nazionale in progetti clinici di prevenzione, collabora con istituzioni, associazioni, onlus e fondazioni per la progettazione di interventi educativi per la tutela della salute, promozione dell’educazione alla legalità e nella sensibilizzazione sui temi della violenza tra pari e di genere, anche con l’obiettivo di formare, accompagnare e sostenere le principali figure di riferimento, docenti e genitori, nel ruolo educativo. Relatrice in seminari e convegni sul territorio nazionale.