images

Resta aggiornato sulle iniziative di AIRC nelle scuole con la newsletter.

Iscriviti alla newsletter

La propagazione delle specie viventi

All’insegna di ingegnosità, efficienza e funzionalità
Martedì 25 Ottobre 2022, ore 11:00-12:15

Rivolto a Scuola secondaria di I grado

Con Federica Giraudo, divulgatrice scientifica AIRC


Registrati o fai il login per iscriverti al webinar, rivederlo o scaricare i kit didattici.
Ti ricordiamo che la registrazione su questo sito è riservata ai docenti e ai genitori/tutori nel caso di minori (16-17 anni)

Abstract
Se anche voi siete tra le persone che durante la stagione primaverile soffrono di allergia, saprete bene che i responsabili dei vostri fastidiosi starnuti sono i pollini. Invisibili ad occhio nudo ma importantissimi per il mantenimento e la propagazione delle specie vegetali, i pollini rappresentano un ingegnoso sistema di riproduzione che le piante hanno messo a punto in anni di evoluzione. Trasportati da vento, pioggia o sul muso di ignari insetti, i pollini permettono alle specie vegetali di riprodursi e di dare continuità alla specie. Un metodo certamente tortuoso, ma molto efficace. E in quanto ad ingegnosità anche il resto degli esseri viventi ha sviluppato nel tempo metodi altrettanto curiosi ed efficienti per garantire la propagazione della specie. Partendo dalla velocissima ed efficiente scissione binaria dei batteri, passando dai funghi, che con le loro spore possono moltiplicarsi e diffondersi a migliaia di chilometri di distanza, fino ad arrivare all’abile capacità dei virus di “prendere in prestito” le strutture della cellula ospite per replicarsi. Quale metodo sarà il più funzionale, ingegnoso ed efficiente? Scopriamolo insieme!


Federica Giraudo, laureata in Biotecnologie Mediche all’Università degli Studi di Torino, inizia a lavorare nel mondo della divulgazione come animatrice scientifica ed explainer presso diverse mostre e festival scientifici italiani (tra cui il Festival della Scienza di Genova); dopo aver svolto un corso di specializzazione in divulgazione scientifica attualmente collabora come freelance con numerose organizzazioni che si occupano di comunicazione della scienza per le quali progetta e conduce diverse attività didattiche.